segreteriadrpapalia@gmail.com +39 335 595 9858

L'alluce valgo

People

Cos’è l’alluce valgo?

L’alluce valgo è una deformità progressiva del primo dito del piede caratterizzata da una deviazione laterale di varia entità associata o meno a pronazione. E’ legata a diverse cause, sostanzialmente biomeccaniche ma spesso anche familiari. Tale deformità progressiva è spesso causa di dolore invalidante sia per la presenza della borsite infiammatoria che si genera sulla testa del I metatarso a causa dello sfregamento di tale sporgenza ossea con la calzatura, sia per le conseguenti alterazioni all’appoggio plantare causa spesso di metatarsalgia da sovraccarico.

Inoltre l’alluce valgo può presentarsi associato a numerose patologie e deformità dell’avampiede: dito a martello, sovraccarico metatarsale a cui spesso è associato un neuroma di Morton, V dito varo o sovraddotto.

People

Cosa devo fare?

Per un corretto inquadramento della patologia è necessario uno studio radiografico del piede sotto carico che ci consente di valutare l’entità e la tipologia della deformità e definire in rapporto ad essa il tipo di trattamento necessario.

In alcuni casi, soprattutto in presenza di una metatarsalgia da sovraccarico, è utile eseguire un esame baropodometrico che ci consente di valutare con più precisione le alterazioni dell’appoggio plantare

People

In cosa consiste l’intervento?

Nelle forme avanzate o comunque sintomatiche il trattamento di elezione diventa quello chirurgico. Esistono numerosissime tecniche di correzione dell’alluce valgo, con forme di osteotomia e metodi di sintesi diversi che possono essere ricondotte alle seguenti categorie: - Interventi correttivi sui tessuti molli; - Osteotomie prossimali del I metatarso; - Osteotomie distali del I metatarso; - Osteotomie della falange prossimale dell’alluce; - Forme combinate.

Bisogna sempre operarsi?

La correzione dell’alluce valgo non è un intervento di chirurgia estetica quindi nelle forme iniziali e asintomatiche è utile provare a rallentare la progressione della deformità utilizzando dei plantari che diano nuovamente al piede un appoggio fisiologico ed utilizzare dei distanziatori in silicone tra il primo ed il secondo dito..